Pagine

domenica 9 dicembre 2012

Pane di Sant'Andrea




Il 30 novembre si festeggia Sant'Andrea che é il patrono di Castel Maggiore, la città dove risiedo con la mia famiglia. Da una decina d'anni circa, si é instaurata la tradizione del "pane di Sant'Andrea" che i fornai di Castel Maggiore offrono la sera, dopo la Messa in onore del Patrono.

Da dove provenga questa tradizione, se questa ricetta é originale o inventata dai nostri panificatori per l'occasione, francamente non lo so, ma certamente è entrata a far parte delle tradizioni di questa cittadina e quest'anno ho provato a farlo anche io per i miei ragazzi (ai quali piace tanto) e per fare un piccolo presente ai mariti delle mie due care colleghe che si chiamano entrambi Andrea.
Ovviamente la ricetta dei nostri fornai é top secret, ma con questa ci sono andata proprio vicinissima e la voglio condividere con voi:


Ingredienti:
550 g di farina
250 g di latte
50 g di olio di riso
1 cucchiaio di zucchero
10 g di sale
1 cubetto di lievito di birra
1 uovo + 1 tuorlo per spennellare.
100 g di gocce di cioccolato fondente

Procedimento:
Nel boccale riscaldare il latte 1 min., 37° vel. 1, unire olio, zucchero, uovo e lievito 5 sec. vel. 2.
Aggiungere farina e sale 3 min. vel. Spiga. Deve risultare un’impasto morbido. Togliere dal boccale, formare una palla, coprirla e metterla nel forno spento (ma precedentemente riscaldato a 50°) e lasciare lievitare per 1 ora. Trascorso questo tempo smontare l'impasto, dividerlo in 4 pagnotte poi aggiungere ad ognuna le gocce di cioccolato; preriscaldate il forno a 200° e nel frattempo lasciate lievitare le pagnotte direttamente sulla leccarda del forno (ricoperta di carta-forno).
Spennellare a questo punto con l’uovo sbattuto e mettere in forno caldo a 200° per circa 30 min.
Ottimo per la colazione o per una sana merenda!

2 commenti:

  1. Io amo le ricette tradizionali raccontano un po di noi, bravissima Rita!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  2. Anche a me piace tanto tenere vive le tradizioni, non bisogna cancellarle; a mio parere vanno salvaguardate. Grazie Patrizia! Un bacione anche a te!

    RispondiElimina